The ticket office at your home


MUSICA DA VEDERE

From 3/23/2024 To 5/4/2024

Sabato 23 Marzo ore 15.30
Sabato 6 Aprile ore 10.30
Domenica 21 Aprile ore 10.30
Sabato 4 Maggio ore 15.30 (English)

Mozart sbagliava i compiti? La tastiera perfetta è insuonabile? A teatro si stava in piedi? E perché Rossini non si è mai diplomato?

Non lo sapete?

Allora, non potete perdere le nostre speciali visite guidate in cui un esperto risponderà a queste e a tutte le altre domande sul museo e le sue collezioni, per un percorso guidato attraverso sei secoli di storia della musica


VARIAZIONI - La pazzia del ballo

5/7/2024

martedì 7 Maggio ore 17.30

Il secondo momento dedicato alla danza vedrà coinvolti anche i danzatori della compagnia Fabula Saltica per un esperimento di “visita-danzata”: una performance – site specific che, partendo dalla preziosissima collezione di trattati di danza conservati e in parte esposti nelle sale del museo, ne recupera la memoria per restituirla secondo una visione contemporanea.

La danza dialoga, entra in risonanza con lo spazio cha la ospita e la sua storia, in un rapporto sinergico tra corpi, luogo e pubblico.


VARIAZIONI - Il palazzo della Musica

5/8/2024

Mercoledì 8 Maggio ore 17.30

Il Museo della Musica ha sede all’interno del Palazzo Aldini Sanguinetti, la cui originale facciata, voluta dal cardinale Riario alla metà del XVI secolo, è ridisegnata nel 1798 da Giovanni Battista Martinetti su incarico del conte Antonio Aldini; il cornicione in terracotta con fregio musicale viene prolungato lungo tre arcate del portico.

Nello sfondo del cortile è una prospettiva di Luigi Busatti del XIX secolo. Nell'interno le sale del percorso espositivo, a partire dalla prima la splendida stanza "alla boschereccia" di Martinelli e Palagi (1805), presentano dipinti di Serafino Barozzi, Antonio Basoli, Pietro Facelli, Gaetano Lodi: meravigliose decorazioni, riportate all'antico splendore, che rappresentano un'esemplare antologia della decorazione neoclassica tra Settecento e Ottocento.

In seguito alla rovina politica ed economica del conte Aldini, il palazzo passa a diversi proprietari, fino a giungere nel 1870 alla famiglia Sanguinetti, la cui ultima discendente, Eleonora, lo lascia nel 1986 in eredità al Comune di Bologna, disponendo che venga adibito a museo e biblioteca musicale.

Finalmente nel 2004 dopo un attento restauro il palazzo fu pronto ad ospitare il Museo della musica.


VARIAZIONI - Antico/moderno

5/9/2024

Giovedì 9 Maggio ore 17.30

C'è uno stretto legame tra gli strumenti moderni (o per meglio dire "odierni") e quelli del passato esposti nel museo.

Ad esempio, le Irish Uilleann Pipes o le Scottish small pipes - ovverosia la cornamusa irlandese e scozzese che tutti abbiamo in mente - sono strumenti che, nella loro conformazione fisica e sonora attuale, nascono a partire da quella temperie socioculturale che, tra il XVI e il XVIII, rinnovò l'"orizzonte sonoro" derivato dalle romane "Tibiae Utricularis", al fine di dare una risposta “sonora e pastorale” al mondo culturale dell'Arcadia, come  con la sordellina (presente in museo nella celebre effige dell'Harmonicorum Libri di Marin Mersenne) o la musette de cour.

Al contempo, l'arpa tripla e la doppia che vi accoglieranno in sala 1 non sono - come molti credono - "celtiche" (termine ombrello su cui torneremo nel corso della visita) bensì una delle sole 4 arpe cromatiche rinascimentali originali oggi esistenti al mondo.

E che come si suonava e a cosa serviva quella sorta di juke box ante litteram che era la ghironda esposta in sala 5?

I musicisti Fabio Rinaudo, Elena Spotti e Walter Rizzo, attraverso racconti e brani musicali legati alla tradizione nord italiana, francese e irlandese ci condurranno alla scoperta del lungo e accidentato percorso tra geografie variabili e a cavallo tra colto e popolare che, in più di 2000 anni di vita, ha portato alla nascita degli strumenti musicali come li conosciamo oggi.


VARIAZIONI - Musica in cassaforte

5/11/2024

Sabato 11 Maggio ore 10.30 / 11.30 - 16.30 / 17.30 / 18.30

Come da tradizione, nel giorno del compleanno, apertura straordinaria della biblioteca con le speciali visite “nascoste” al caveau della biblioteca, aperto al pubblico solo in questa occasione.


VARIAZIONI - Il museo (ri)Suona

5/12/2024

Domenica 12 Maggio ore 11.00

Ultimo appuntamento della settimana dedicata i festeggiamenti per i 20 anni del Museo della musica con uno degli eventi più seguiti e apprezzati dal pubblico: la cosiddetta "visita sonata", il percorso guidato adatto a grandi e bambini in cui tre musicisti professionisti svelano i segreti della collezione di strumenti musicali del museo.

Dalla viella al violino, dai liuti alla chitarra barocca, dalla famiglia di flauti a becco all’oboe barocco: strumenti a fiato e a corda da vedere e ascoltare direttamente nelle sale in cui sono esposti.